Torino: La guida vegana per la capitale dello slow-food

Viaggiare in Italia come foodie vegano non è facile come in altri paesi europei. Ciò è dovuto a molte ragioni, ma la ragione principale è che gli italiani sono orgogliosi delle loro tradizioni alimentari locali che purtroppo includono molti ingredienti di origine animale. Sebbene possa sembrare scoraggiante, c’è un lato positivo: il cibo vegano in Italia è solitamente di qualità superiore e ha un sapore migliore rispetto alla maggior parte dell’Europa.

Torino, o Turin in Piemontese, la capitale del Piemonte (letteralmente “piede del monte”) si trova nel nord-ovest dell’Italia tra mare e monti. Il Piemonte è famoso per le sue nocciole, castagne, tartufo bianco e funghi porcini. Si trovano in molti dei piatti tipici qui in aggiunta ad altri ingredienti locali di stagione. Questa bellissima regione è ampiamente conosciuta per le sue creazioni culinarie, alcune delle quali sono per fortuna anche tradizionalmente vegane. Per citarne alcune: Farinata – la frittella di ceci cotta al forno di pizza; Castagnaccio – la torta di castagne (comme nella nostra ricetta); e vari tipi di Gianduia – il delizioso cioccolato alla pasta di nocciole, sono tutti esempi di prelibatezze locali tradizionalmente vegane. Non sorprende quindi scoprire che il vicino comune di Bra è il luogo di nascita del movimento slow-food, che incoraggia i consumatori a mangiare più prodotti locali e di stagione per sostenere le piccole imprese e gli agricoltori.

La nostra lista di consigli per i foodies vegani si concentra sulle piccole imprese locali che offrono il miglior cibo vegano a Torino secondo la nostra golosa opinione. Tuttavia, ci sono molte più opzioni vegane e vegan-friendly in città, e c’è ancora così tanto da scoprire per i viaggiatori curiosi.

Suggerimento turistico: controllare sempre gli orari di apertura di ogni attività – siamo sempre in Italia!

Artigianato al mercato delle pulci Balôn di Torino

Pasticcerie e caffè

Efrem
Attualmente si stanno trasferendo

Questa è un’ottima pasticceria completamente vegana. Qui puoi sbizzarrirti con i croissant della casa con una varietà di farciture, ad esempio: crema di pistacchio, cioccolato, crema di nocciole o marmellata, accompagnati da una tazza di caffè o cioccolata calda. Offrono alcuni classici dolci italiani e prelibatezze stagionali come il panettone che si può trovare intorno il periodo natalizio, ma anche qualche pizzette e panini per il pranzo.

Croissant neri e bignè al pistacchio in Efrem

L’Orto Bistrò
Via San Dalmazzo 14/a (Quadrilatero Romano)

Questo bistrot rigorosamente vegano nel centro della città è anche un posto buonissimo per provare alcuni croissant della casa ripieni di una leggendaria crema Gianduia o le diverse torte proposte. Tra le altre bevande calde nel menu, il loro caffè è biologico e del commercio equo e solidale. Il locale propone anche un menù giornaliero per il pranzo. Abbiamo provato qui un piatto epico di Seitan che ci ha assolutamente fatto impazzire.

Torta di nocciole di L’Orto Bistro

Soul Kitchen
Via Santa Giulia 2 (Vanchiglia)

Un ristorante raffinato completamente vegetale che serve colazione, pranzo e cena. Non abbiamo avuto la possibilità di provare il loro pranzo né il menu della cena, ma abbiamo provato le loro diverse opzioni di pasticceria per la colazione, dalle torte e muffin ai vari croissant.

Colazione al Soul Kitchen

Panificio Luciano Aldo
Via dei Mercanti 2 (Quadrilatero Romano)

Un piccolo panificio a conduzione familiare nel centro della città, gestito da una coppia amichevole che è molto ben informata sulle diverse esigenze dietetiche. Il panificio produce molti dolci tipici piemontesi, alcuni dei quali in origine vegani. Questo è il posto giusto per provare alcuni classici regionali vegani come la Farinata (la gustosa frittella di ceci) e il Castagnaccio (la nostra ricetta facilissima si trova qui)

Torte tradizionali vegane del Panificio Luciano Aldo

Panetteria Pasticceria Ezzahra
Piazza della Repubblica 16/E (Porta Palazzo)

Questa pasticceria a conduzione familiare è il luogo ideale per provare alcuni classici marocchini tradizionalmente vegani. I biscotti sono i protagonisti qui, poiché il negozio offre eccezionali biscotti di mandorle, marzapane, noci e pistacchi, tutti profumati con aromi di fiori d’arancio o rosa. Non tutto è vegano qui, ma i proprietari sono ben informati sulla dieta a base vegetale.

Pasticcini vegani della Pasticceria Ezzahra

Torteria Berlicabarbis
Via Catania 10 (Vanchiglia)
Via Po 11 (centro)
Via Cernaia 44 (vicino alla stazione ferroviaria Porta Susa)
Via Carlo Alberto 26 (centro)

Una piccola catena di caffetterie locali con un arredamento carino e amichevole. Questa catena offre sempre alcune torte vegane come pere e cioccolato, mele e altre torte di stagione.

In movimento: Street Food

Van Ver Burger
Si spostano a Torino da una parte all’altra, seguite il loro Instagram per scoprire dove si trovano ogni giorno.

Il food truck più cool della città è fortunatamente quello 100% vegano. Il personale simpaticissimo di Van Ver Burger offre alcuni dei loro hamburger e contorni artigianali. Il nostro assolutamente preferito è il Piemuntèis, la loro versione hamburger vegano geniale del sanguinoso Tartare di Fassona (carne cruda di mucche di qualche razza piemontese).

Il panino Piemuntèis d’autunno del Van Ver Burger

Focacceria Roberta
Via S. Tommaso 8a (Quadrilatero Romano)

La migliore focaccia ligure (quadrata, spessa e soffice). Questo posto offre diverse opzioni vegane: la migliore patate al rosmarino che abbiamo mai mangiato, tris di cipolle, pomodorini o quela alle verdure miste di stagione.

Margherì
Sant’Ottavio 51C (Vanchiglia)

La perfetta pizza romana (quadrata, sottile e croccante). Questo locale offre alcune opzioni vegane: fette di melanzane con la marinata di prezzemolo e aglio più buono del mondo, 4 stagioni di verdura, patate al rosmarino croccante e gustose e quella semplice al pomodoro che potresti anche passare.

Variazioni vegane di Margheri

Mollica
Piazza Madama Cristina 2 bis (San Salvario)

Mollica offre i famosi panini di focaccia artigianale con diversi condimenti. Potrete scegliere tra diverse creme spalmabili tipiche vegane, verdure grigliate e fresche e formaggi vegani.

Panino focaccia ripieno della Mollica

Ristoranti e gastronomie

Antonio Chiodi Latini
Via Antonio Giuseppe Bertola 20/B (centro)

Un ristorante raffinato vegano che propone un menu locale e stagionale. Qui il cibo è trattato come arte e la qualità è fenomenale. Abbiamo avuto il piacere di mangiare qui solo una volta, ma è stata un’esperienza memorabile.

Dolci di Chiodi Latini

Plin E Tajarin
Goffredo Casalis 59 (Cit Turin)

Un bellissimo piccolo bistrot, incentrato sui primi piatti tradizionali della zona, Plin e Tajarin – raviolini e tagliolini piemontesi. Il ristorante ha un menu vegano separato con alcuni squisiti Plin e Tajarin oltre ad alcuni primi e dessert. I nostri piatti preferiti qui sono i Tajarin con salsa salata di cioccolato e nocciole e il Plin ripieno di castagne e nocciole.

Dato che questo posto è di dimensioni minuscole, è meglio prenotare un tavolo in anticipo o semplicemente ordinare il menù degustazione da asporto che potrete godere nella vicina Piazza Benefica, che si trova convenientemente di fronte alla gelateria 100% vegana Il Gelato Amico.

Bistrot Plin E Tajarin
Picnic Plin E Tajarin

Oh crispa!
Belfiore 16bis/D (San Salvario)

Un piccolo ristorante che offre cucina cinese a base di ingredienti regionali. Questo posto offre solo alcuni piatti vegani tra cui i nostri preferiti sono il Bao-Zi, panino al vapore ripieno di verdure, e il piatto di noodle Dan Dan Mian nella sua versione vegana (su richiesta) con salsa piccante di arachidi e tofu.

Bao-Zi vegano di Oh Crispa!

L’articiocc gastronomia vegetariana
Palazzo di Città 6 (vicino il palazzo reale)

Questa piccola gastronomia gestita da una ONG nel centro della città è aperta solo all’ora di pranzo. Qui si può scegliere tra una varietà di alcuni piatti vegani che cambiano ogni giorno. Offrono delle verdure arrostite (scegliete il finocchio), gnocchi e altri classici piatti italiani.

Il Posticino
Via Ormea, 29 bis/d (San Salvario)

Una piccola gastronomia quasi interamente a base vegetale che offre un pranzo a buffet con una selezione giornaliera da sedere o da asporto. Qui c’è un mix tra i piatti italiani classici e una cucina innovativa non tradizionale. Abbiamo provato uno strudel salato con sedano e lenticchie squisito nel gusto e nella consistenza.

Pizzium
Via Torquato Tasso 5 (vicino il palazzo reale)
Corso Giacomo Matteotti 3 (vicino alla stazione ferroviaria centrale Porta Nuova)
Via Bava 2R (Vanchiglia zona via Po e piazza Vittorio Veneto)
Via Claudio Luigi Berthollet 16 (San Salvario)
Via Duchessa Jolanda 8 (vicino alla stazione ferroviaria Porta Susa)

Una buona catena di ristoranti napoletani con circa 50 filiali in tutta Italia e alcune a Torino. Questa è la prima catena ad offrire un’alternativa al formaggio a base di mandorle. Sebbene il loro menu mostri solo la Margherita come opzione vegana, in alcuni rami erano disposti a sostituire la mozzarella con l’alternativa vegana a base di mandorle per un piccolo sovrapprezzo.

Assaje
Via Andrea Doria 11 (centro)

Questo posto è una filiale di una catena specializzata in pizza napoletana che offre una varietà vegana agli amanti della salsiccia. I prezzi sono eccessivi, ma finora è l’unico locale in città che offre sostituti vegani della pizza napoletana ben fatta.

Pizza vegana di Assaje
Passeggiata lungo il fiume Dora

Gelato

Il Gelato Amico
Principi d’Acaja 47 (Cit Turin)

Una gelateria completamente vegana che offre anche alcune torte e bevande vegane fatte da loro. Propongono gusti classici come nocciole e gianduia, ma anche dei gusti unici come il super gustoso Snoopy 🥜🍫🍪 (arachidi tostate, cioccolato fondente monorigine St. Domingo 72%, caramello e biscotti alle mandorle senza glutine con farine di riso e mais, tutti fatti da loro), Caffè Lavazza e molti altri.

Cercate i baffi…

Aria
Santa Giulia 32/F (Vanchiglia)

Nella gelateria Aria troverete il miglior gelato vegano al cioccolato della città secondo noi. Offrono anche deliziosi sapori di frutta fresca di stagione come avocado-lime, mora o cachi.

Gelato all’avocado, cioccolato e more della gelateria Aria

Ottimo!
Corso Guglielmo Marconi 23/A (San Salvario)
Corso Stati Uniti 6/c (Crocetta, vicino alla stazione ferroviaria centrale Porta Nuova)
Piazza Francesco Borromini 86/F (Precollina)

Una piccola catena locale con alcuni meravigliosi sapori vegani e sorbetti di stagione. Qui il gianduia è un dovere, ma anche i gusti limone, cioccolato e caffè sono ottimi.

Gusti gianduia e pistacchio della gelateria Ottimo!

Vanilla
Palazzo di Città 7B (vicino il palazzo reale)

Nella posizione più centrale della città, accanto al palazzo reale, questa piccola gelateria offre buoni gusti di pistacchio e Gianduia oltre a una varietà stagionale di sorbetti alla frutta.

Gelatoin della gelateria gelateria Vanilla
Porta Palatina delle antiche mura

Mercati

Porta Palazzo
Piazza della Repubblica

Lunedi al Venerdì: 8:00-13:00 (Lunedì il mercato interno principale è chiuso)
Sabato: 8:00-16:00
Domenica: solitamente chiuso

Questo mercato alimentare è il più grande del suo genere in Europa. Offre ogni mattina verdura fresca, frutta e altri prodotti regionali e stagionali. Questo è un ottimo posto per provare molte diverse delizie fresche di altissima qualità che si possono trovare solo in qui. Gli italiani sono famosi per i pomodori e le erbe aromatiche, ma qui anche i funghi e le noci sono motivo di orgoglio. Questo mercato è anche il punto di riferimento per l’acquisto di prodotti alimentari autentici mediorientali, cinesi e da altri paesi del mondo.

Mercato di Porta Palazzo

Mercati Contadini
La domenica ci sono i mercatini contadini nel centro di Torino (e anche fuori dal centro negli altri giorni). La posizione varia a seconda della settimana del mese. Gli orari di apertura potrebbero essere molto più brevi di quanto indicato di seguito, quindi una visita al matino sarebbe la scelta più sicura per non perdere queste delizie.

Durante i giorni feriali e soprattutto la domenica le piazze di Torino ospitano diversi mercati contadini che vendono prodotti locali. Questo è il posto migliore per acquistare deliziose nocciole del Piemonte e altri frutti di stagione, vini e pane fresco.

Mercato contadino in Piazza Palazzo di Città

Negozi Zero-Waste

Il negozio “Zero-Waste””o “a rifiuti zero” potrebbe essere un termine fuorviante. Nei negozi di questo tipo i prodotti vengono venduti sfusi e quindi di fatto la responsabilità del riutilizzo dell’imballaggio viene trasferita a noi consumatori. Si tratta di un’ottima occasione per acquistare prodotti di alta qualità con la possibilità di assaggiarli prima dell’acquisto, evitando lo spreco di imballaggi usa e getta che altrimenti andrebbero ad aggiungersi alle montagne di spazzatura che produciamo a causa del nostro stile di vita moderno.

L’Italia tradizionale abbonda di negozi a rifiuti zero, la maggior parte dei quali non sono affatto consapevoli della loro caratteristica trendy. Questo è semplicemente il metodo migliore e più logico per vendere i loro ottimi prodotti, quindi non hanno mai avuto in mente nessun ragione per cambiarlo. Presentiamo qui una breve lista dei nostri negozi di alimentari preferiti in città, ma vi invitiamo a segnalarceli nei commenti se ne avete scoperti altri fantastici.

Le Delizie del Piemonte
Via San Domenico 40 (Quadrilatero Romano)

Questa gastronomia offre una varietà di vini pregiati da riempire direttamente dalla botte insieme ad altri prodotti agricoli conservati della regione Piemonte. I prezzi qui sono i più economici della città senza compromettere l’eccezionale qualità dei prodotti. Tieni presente che i famosi marchi di vino protetti dalla legge (DOP o IGP) devono essere venduti in bottiglie sigillate con la loro etichetta originale, motivo per cui in Italia consigliamo di provare vini fuori marca altrettanto buoni e talvolta anche superiori.

Ferraris S.a.s.
Piazza della Repubblica 26 (Dietro l’edificio sud del mercato)

In questo pazzesco negozietto di delizie secche troverete grani locali come il riso Venere nero e rosso proveniente dai campi allagati lungo il fiume Po (Pianura Padana), funghi porcini secchi raccolti nei boschi alpini, farina di castagne raccolte dalle antiche foreste commestibili del Piemonte, nocciole ecc.

La catena Negozio Leggero
Varie filiali in giro per la città

Una catena nazionale di negozi di prodotti alimentari e per l’igiene venduti sfusi. Questi negozi sono molto interessanti da visitare se è la prima volta che si visita questo tipo di negozi, anche solo per vedere i dispositivi utilizzati dai venditori ed i vari contenitori.

Comments

Una risposta a “Torino: La guida vegana per la capitale dello slow-food”

  1. […] Per sapere di più degli incredibili mercati alimentari a Torino e dei negozi senza imballaggio nell’articolo leggete anche Torino: La guida vegana per la capitale dello slow-food. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *